Sede: via Maria Ausiliatrice 32 - 10152 TORINO / Info: +39 011.5224822 / Segreteria: +39 011.5224414 / Fax: +39 011.5224688 / Email: segretario@salesianipiemonte.it

.

.



.

mercoledì 28 settembre 2011

Mons. Nosiglia ai Murazzi


L'arcivescovo di Torino, monsignor Cesare Nosiglia, incontra i giovani domani sera alle 21,30 ai Murazzi del Po. L'invito viene dall'oratorio salesiano San Luigi che da anni propone, in un'area attrezzata, nel cuore della movida torinese, attività educative e socio-culturali.
La serata sarà animata, dalle 20 in poi, dal coro dell’oratorio, dal gruppo di musica jazz composto dai ragazzi che lo frequentano, dai balli etnici dell’Associazione Ivoriana Akan Piemonte e da musiche tipiche marocchine.
L'evento verrà trasmesso in diretta in streaming sul sito: sanluigitorino.org. Sarà possibile fare domande anche tramite email scrivendo a: oratorio@sanluigitorino.org. L’incontro vuole testimoniare l’interesse della Chiesa nei confronti dei giovani. Come spiega don Mauro Mergola, direttore dell'oratorio San Luigi. Ascolta

* si ringrazia


 

Per info: don Mauro Mergola  3387259651

domenica 25 settembre 2011

Consegna dei crocifissi

La consegna del croficisso spiega tutto. Il valore del sì di chi è pronto a partire in ogni angolo del mondo. Per i missionari salesiani è così da 136 anni. La foto di gruppo dei primi ragazzi con don Bosco. Era l'11 novembre del 1875, erano pionieri, da Valdocco all'Argentina, nelle terre della Patagonia.

La scena si ripete nella basilica di Maria Ausiliatrice, lì dove tutto è cominciato. Il mandato per 74 nuovi missionari dalle mani di don Pascual Chavez, rettore maggiore dei salesiani. E' la 142ma spedizione della congregazione. Sacerdoti, seminaristi, suore, laici, famiglie dei cinque continenti, inviati praticamente ovunque.

Anche in paesi che non ti aspetti. Come padre Pedro Ayala, messicano, in partenza per l'Olanda, tre le nuove povertà. "Quali poveri? Chi non trova il senso della vita, chi non ha gioia. Molti sono giovani: hanno soldi, beni materiali, ma non hanno scoperto ancora la vera ricchezza". L'Europa come nuova terra di evangelizzazione.

Altri salesiani del sud del mondo arriveranno in Francia, Gran Bretagna, Belgio, Irlanda, Bulgaria, Repubblica Ceca. Le destinazioni cambiano, senza dimenticare le mete tradizionali. Suor Cipriana della Corea sarà nel Sud Sudan. Roberto Lionelli invece, genovese, prenderà il posto di un salesiano polacco ucciso in Tunisia pochi mesi fa. "La paura non la nascondo, ma la fede mi sostiene".

Omelia del Rettor Maggiore. Scarica

martedì 20 settembre 2011

142a Spedizione Missionaria

 La Congregazione salesiana rinnova anche quest’anno
l’appuntamento con le Missioni

Il 25 settembre, il Rettor Maggiore dei Salesiani, Don Pascual Chávez Villanueva, – nel corso di una Celebrazione Eucaristica nella Basilica di Maria Ausiliatrice di Torino (Piazza Maria Ausiliatrice), con inizio alle ore 12:00 – consegnerà il crocifisso e il mandato missionario a 74 nuovi partenti, chiamati a portare nei 5 continenti il Vangelo, nello stile educativo di Don Bosco. La celebrazione segnerà la partenza della 142ª spedizione missionaria salesiana.

L’invio missionario, eco del primo compiuto da Don Bosco l’11 novembre 1875, vede già da alcuni anni la partecipazione di altri gruppi della Famiglia Salesiana compresi laici. Due anni dopo il primo invio, alcune suore del nascente Istituto della Figlie di Maria Ausiliatrice si aggiunsero ai salesiani missionari in partenza; negli ultimi anni, con lo svilupparsi della sensibilità e del coinvolgimento laicale, alle spedizioni si sono uniti anche i Salesiani Cooperatori e volontari delle ONG salesiane. Quest’anno, per la prima volta, la spedizione missionaria salesiana vede la partecipazione delle Suore della Carità di Gesù.

74 educatori ed evangelizzatori che dalla culla della salesianità partiranno per diverse nazioni. Sempre più numeroso il gruppo destinato alla nuova evangelizzazione del continente europeo per il quale la Congregazione salesiana ha avviato nel 2009 il Progetto Europa.

La 142ª Spedizione missionaria è composta da:

•     31 Salesiani di Don Bosco. È il gruppo più numeroso. Di questi, 14 sono destinati all’Europa (4 in Belgio, 3 in Irlanda, 3 nel Regno Unito, 1 in Austria, 1 in Francia, 1 in Russia e 1 in Bulgaria); 8 all’America Latina (2 in Guatemala, 2 in Venezuela, 2 in Paraguay, 1 a Cuba, 1 in Argentina); 5 all’Africa (Nigeria, Tunisia, Marocco, Angola, e Sudafrica); 2 in Asia (India e Pakistan) e 2 al Medio Oriente.

•     21 Figlie di Maria Ausiliatrice. Dell’Istituto fondato da Don Bosco e Santa Maria Domenica Mazzarello prenderanno il mandato 12 missionarie native dell’Asia (5 del Vietnam, 3 della Corea del Sud, 3 dell’India e 1 delle Filippine); 5 dell’Europa (2 dell’Italia, 1 ciascuna di Polonia, Repubblica Ceca e Spagna) 2 dell’America (Argentina e Messico) e 2 dell’Africa (Rep. Dem. Del Congo e Sudan). La destinazione delle suore sarà determinata successivamente al mandato.

•     5 Suore della Carità di Gesù. L’Istituto delle “Caritas Sister of Jesus”, originario del Giappone, fonda la sua prima missione in Africa, a Juba, capitale del neostato del Sud Sudan. Le suore provengono da Corea del Sud (3), Giappone e Brasile.

•     3 membri della Comunità della Missione di Don Bosco. La Comunità, fondata a Bologna e formata da laici, è l’ultimo gruppo ad essere stato accolto nella Famiglia Salesiana. Partono 3 membri: una missionaria italiana ad Haiti; ed una coppia di giovani malgasci che, accompagnati dal loro figlio di 1 anno, presteranno il loro servizio in Burundi.

•     14 laici membri delle ONG salesiane. 9 volontari italiani del Volontariato Internazionale per lo Sviluppo (VIS), 4 giovani spagnoli di Jóvenes y Desarrollo (JyD) e 1 ragazzo austriaco di Jugend Ein Welt (JEW). Il gruppo rappresenta un numero molto più ampio di volontari laici partiti già durante l’anno con le rispettive ONG.


La celebrazione sarà trasmessa in differita televisiva satellitare su Telepace, e in streaming su www.missionidonbosco.tv, alle ore 13:30 (GMT+2).




Le missioni salesiane furono avviate nel 1875, quando Don Bosco inviò un primo gruppo di dieci missionari nella Patagonia Argentina. Ad oggi, con 136 anni di storia, migliaia di religiosi e centinaia di laici si sono fatti portatori del Vangelo di Gesù Cristo con lo stile di Don Bosco in oltre 130 paesi.

Per informazioni: d. Donato Lacedonio      +393351236537 - ans@sdb.org

Verso Harambée 2011








lunedì 12 settembre 2011

L'educazione ai tempi di internet

Il Convegno "L'educazione ai tempi di internet" (23 e 24 settembre 2011), giunto ormai alla terza edizione, intende approfondire tematiche di interesse pedagogico e didattico nel contesto delle trasformazioni culturali legate alle nuove tecnologie nell'epoca dei socialmedia.

In particolare, il tema scelto quest'anno "Più multitasking o più frammentati? Come ci cambia il web" si sofferma sull'analisi delle modificazioni cognitive e relazionali indotte dall'utilizzo delle innumerevoli risorse on line.

Il convegno, aperto a tutti, è specialmente rivolto a studenti, genitori, insegnanti, educatori, pedagogisti, psicologi e a quanti si interrogano sulle profonde e incessanti trasformazioni che le nuove tecnologie producono a livello personale e sociale. Sono previsti workshop e stand informativi.

Il convegno è promosso e organizzato dalla SSF Rebaudengo di Torino, sede decentrata della Università Pontificia Salesiana. Piazza Conti di Rebaudengo, 22. Torino. Totalmente gratuito per le classi di quarta e quinta superiore e i loro docenti accompagnatori. Tariffe agevolate per studenti universitari e per tutte le iscrizioni
che avvengono entro il 15 e il 19 settembre.


Per info e programma
Tel. 011.2340083
http://www.rebaudengo.it